Categorie

Playoff Promozione: gara 2, Corato reagisce. Serie in parità! (78-73)

timousk

Domenica 19 aprile,
gara 2 del primo turno di playoff del campionato di promozione.
Cisternino si inoltra oggi in territorio barese nel tentativo di chiudere in anticipo le ostilità, forte del successo dell’andata contro la Virtus Corato.

Sin dal principio le difese risultano migliori rispetto agli attacchi, ambo le fazioni nel primo quarto fanno infatti molta fatica a trovare la via del canestro.
Dopo 4 minuti il tabellone dice ancora 3-2! Nella seconda metà del quarto d’avvio però i motori iniziano a scaldarsi: Curri va due volte a segno dai 6.75, e Pepe impatta la partita sul 13-13 con il buzzer beater.

Nella seconda frazione i padroni di casa portano avanti manovre offensive inefficaci e a tratti stucchevoli, anche grazie alla forte difesa d’anticipo dei gialloblù, che condurrà Corato per due volte allo scadere dei 24 senza neanche toccare il ferro.
La guardia in maglia numero 3 si rivela però arma letale della squadra in maglia bianco-arancio, e lo dimostra anche a fine quarto piazzando, con la sua particolare meccanica di tiro, una gran tripla in transizione.
A metà gara i padroni di casa guidano per 30-29.

Alla ripresa delle operazioni le cose si mettono bene per i nostri:
Curri piazza la quarta tripla della sua gara, e Zizzi F., lanciato solo in contropiede, viene stroncato con un placcaggio rugbystico che vale il fallo antisportivo.
Argentiero entra in partita cercando e trovando contatti nell’area piccola, e Pepe sfrutta le palle perse della compagine Coratina per assestare la tripla del massimo vantaggio Cistranese.
Il terzo quarto termina 37-50.

L’impatto con il 4° quarto è però traumatico per i Giganti, i quali iniziano a soffrire a rimbalzo e a concedere punti da secondo tentativo. Marzulli chiama timeout e reinserisce il duo Curri-Pepe nel tentativo di fermare l’emorragia.
La rimonta dei padroni di casa, galvanizzati dall’entusiasmo del pubblico e dalla crisi offensiva del Cisternino, prosegue inarrestata, e sul 52-52 coach Marzulli è costretto a spendere un altro timeout.
I nostri a questo punto, scossi dagli eventi, iniziano una poco proficua guerra contro il duo arbitrale, il quale, dal canto suo, si rinchiude ulteriormente in se stesso e inizia a gestire la partita con criterio che nel calcio si definirebbe ‘’alla inglese’’.

E’ ancora Pepe a dare la scossa agli ospiti, con un grande arresto di potenza a centro area e seguente floater appoggiato alla tabella.
Col quinto fallo di Monaco R. Marzulli è costretto a rinunciare al suo quintetto difensivo e da corsa; il rientrato Zizzi F. però non si fa pregare, e recupera un pallone importantissimo che garantisce il pareggio. A 16 secondi dalla fine, sul 58-58, Marzulli ha la possibilità di disegnare sulla lavagnetta l’ultimo tiro.
La rimessa però porta ad un palla persa di Curri, il quale, tentata l’avventura in palleggio nell’affollata area Coratina, per poco non consegnava la vittoria ai padroni di casa.
Fortunatamente questi ultimi non capitalizzano, e la partita si trascina all’overtime.

Il playmaker in maglia n.4 parte in quarta con un canestro da 3 punti, al quale però risponde in step-back un poetico Curri da 6-8 al tiro pesante.
Nannavecchia sigla il 63-61 con l’elegantissimo cameriere in lay-up a centro area.
Pepe, autore di una prova da 17 punti, commette però il quinto fallo personale, e Marzulli reinserisce il giovane Zizzi S.
Segue uno scambio di colpi tra le due squadre che danno vita a uno spettacolo intenso ed equilibrato. Il 2/2 in lunetta di Curri porta la contesa al secondo supplementare, sul 66-66.

E’ proprio il Cegliese dalle mani fatate che, con un delizioso runner appoggiato alla tabella riporta avanti la squadra ospite.
Da qui però le cose iniziano ad andare storte per i nostri: Zizzi F. , autore anch’egli di 5 falli, è costretto a lasciare il campo in favore di Monaco F.
Il play della squadra di casa, in maglia numero 4, prende per mano i suoi, e segna due triple pesantissime. Prima Argentiero con un 1/2 e poi Curri con un 2/2 dalla lunetta, pareggiano la contesa sul 73-73.
Corato a questo punto si gioca il tutto per tutto: isolamento del solito n.4, che con un gomito alto spazza via Nannavecchia che va per le terre, gli arbitri optano per il non fischio, forse condizionati emotivamente dalla bolgia locale, e il play Coratino con sangue da rettile infila anche questa!
I tentativi di reazione Cistranese si spengono qui. La Partita finisce 78-73.

Serie in parità sull’1-1.
L’appuntamento col destino è dunque solo rimandato: Cisternino e Corato si ritroveranno in gara 3, al Palatodisco, Domenica 26 Aprile, alle 18.00!
La notizia che giunge dagli altri campi nel frattempo, è la vittoria del Montedoro sul Trinitapoli. Serie chiusa quindi per 2-0 dai Tarantini, in attesa ora della vincente tra Cisternino e Corato, per un posto in serie D!


Commenti