Categorie
Calcio

Mister Scalone: “Scesi in campo con un atteggiamento sbagliato”

064-IMG_5594

Una preoccupante battuta d’arresto per l’ASD Cisternino, contro una delle compagini che mira semplicemente a salvarsi, il Conversano, attualmente penultima in classifica. L’1-0 maturato nel barese, si somma alla goleada subita in casa contro il Martina, la settimana precedente e allarma non poco coach Scalone e tutta la dirigenza giallorossa.
E’ una sconfitta inaccettabile, un risultato assolutamente negativo – afferma Alessandro Scalone nel postpartita-. Abbiamo sbagliato completamente l’approccio”.
Amareggiato e deluso per l’andamento della gara, il tecnico ostunese non ha cercato giustificazioni per lo scivolone della propria squadra, arrivato in seguito a un rigore subito nella fasi iniziali della gara, per atterramento del giocatore conversanese da parte di Muraglia nell’area di rigore di Di Gennaro: “Siamo partiti male e con un goal di svantaggio da recuperare. Abbiamo avuto diverse occasioni, senza concretizzarle. Pensavamo di avere un turno agevole, forse, contro una compagine molto più sotto in classifica rispetto a noi e abbiamo preso sotto gamba l’appuntamento, vanificato gli sforzi fatti fino ad oggi”.

Dopo il goal subito a freddo, i giallorossi hanno provato a scuotersi, sprecando molto e rimanendo a bocca asciutta per tutta la gara. Oltre al danno la beffa, però, perché nel secondo tempo i giallorossi hanno perso Pentassuglia, uno dei migliori realizzatori della squadra, in seguito a una doppia ammonizione, attaccando, negli ultimi scampoli di partita, in dieci: “L’espulsione di Pentassuglia ovviamente ha complicato la faccenda, ma non voglio trovare alibi. L’atteggiamento è stato sbagliato e la sconfitta è arrivata per questo”.

Adesso, i giallorossi hanno perso contatto con le primissime posizioni, seppur la zona playoff è ancora a 3 punti, con il terzetto composto dal Noicattaro, Martina e Bisceglie, a 25 lunghezze: “Cercheremo di rifarci quanto prima. Playoff tramontati? L’obiettivo rimane possibile, ma non ha senso parlarne, è meglio pensare di partita in partita, ed evitare crolli del genere. La sconfitta è un dispiacere immenso, ci siamo complicati la vita in quindici giorni, dopo aver condotto un campionato dignitoso”.


La sconfitta relega l’ASD all’ottavo posto, ancora a ridosso della zona playoff, ma con un morale nettamente sotto i tacchi. Domenica si aspetta un riscatto dai giocatori che fino a quindici giorni fa nutrivano concretamente la possibilità di poter puntare alle zone di vertice e oggi, invece, sono costretti a leccarsi delle ferite ampie e ancora sanguinanti. Il prossimo avversario, poi, non sarà di certo l’ultimo arrivato: il Pezze, infatti, viene da una fitta serie di risultati utili consecutivi e non avrà di certo voglia di fermarsi.

Risultati e classifica – Cambio al timone del girone B di Seconda Categoria. Il Trinitapoli ha superato il Molfetta in classifica, in virtù della vittoria per 6-0 in casa contro il Savelletri e della contemporanea sconfitta del Molfetta a Bisceglie per 2-1. Al terzo posto il Pezze, che ha battuto per 1-0 il Gioia.
Quarta posizione, a meno 3 dal Pezze e a più 3 dal trenino di inseguitori, l’Andria, corsara per 2-3 a Palagianello. Quinto posto per Martina e Noicattaro, che si sono sfidate con i martinesi vittoriosi per 3-1, e anche il Bisceglie.
Poi il Cisternino, che conserva però 12 punti sulle terzultime della classifica, Savelletri, Gioia, 14 sul Conversano e 16 sul Palagianello.


Commenti