Categorie
Calcio

La cinquina della capolista mette k.o l’ASD Cisternino, Conte: “Sconfitta che fa male al morale”

IMG_4958

5-2, un risultato pirotecnico e assai eloquente. Il Terlizzi, capolista del girone B di Seconda Categoria, batte con una cinquina l’ASD Cisternino, che subisce il terzo k.o consecutivo, dopo quello contro il Martina per 1-0 e il Montalbano per 3-2.IMG_4843
Non bastano la punizione di De Blasio nella prima frazione di gara e il goal nel finale di Antonio Conte, il Terlizzi agguanta gli ennesimi tre punti e sale a 44 lunghezze, più sei dalla seconda, l’Acquaviva, fermata sul 2-2 sul campo del Montalbano.
Già nel primo tempo, la partita sembrava compromessa: dopo 10’ è già 2-0, De Nicolo prima, e Corcelli poi beffano l’estremo difensore giallorosso. Una timida reazione ospite arriva dai piedi del solito De Blasio, che insacca il pallone da calcio piazzato, 2-1, ma la doccia gelata arriva nei minuti finali della prima frazione di gioco, capitan D’Elia fa il momentaneo 3-1, Corcelli, invece, sigIMG_4833la, dopo un dribbling in area di rigore la rete del 4-1. Nel finale, il Terlizzi sfiora il 5-1, con una punizione di Pulito che si spegne sul palo.
La rete, però, arriva nella seconda frazione di gioco, molto più equilibrata rispetto alla prima. Corcelli mette a segno la propria tripletta, su ribattuta, dopo aver fallito un rigore.
Prima del fischio finale, la rete, inutile ai fini del risultato, di Antonio Conte, centravanti giallorosso.
Ma al termine è 5-2 Terlizzi.

Formazione Terlizzi: De Chirico, Colasanto, Grassi, Colasanto, Dello Russo, D’Elio, Pulito, Corcelli, Desimine, De Nicolo, Piccinni. All. De Leo

FormaIMG_4984zione Cisternino: Tappero, Crescenzo, De Blasio, Cardone, Cavaliere, Micele, Palmisano, Zizzi, Cecere P., D’Amico, Ferrara. All. Scalone


Spogliatoio – 
Nel postpartita è stato Antonio Conte, l’autore del secondo goal, a parlare della situazione di classifica, tutt’altro che felice: “La sconfitta conseguita fa più male al morale che alla classifica. Bisogna lavorare duramente e mettere in campo tutta la cattiveria agonistica di chi vuole salvarsi – ha detto il centravanti -. Sappiamo i nostri limiti ma conosciamo anche le nostre qualità che poco e male dimostriamo in campo. Il campionato è ancora lungo e alla salvezza diretta ci crediamo ancora anche se la fortuna non gira di certo dalla nostra. Il goal? Tornare a segnare è importante, ma non fondamentale. Avrei preferito non segnare, ma creare tutte le occasioni possibili per raggiungere il pIMG_4958areggio. Poco spazio? Cerco di svolgere al meglio il compito che mi viene assegnato nel poco spazio che finora mi è stato concesso per via anche del periodo non felicissimo dal punto di vista fisico dal quale sono reduce che ancora non mi consente di avere i 90 minuti nelle gambe. Cerco di allenarmi al meglio per recuperare la forma migliore ed essere a disposizione del mister e della squadra per la lotta alla salvezza”.
Chiosa finale sull’obiettivo salvezza e sul prossimo match con il Gioia: “Il prossimo match sarà importante. Il Gioia cercherà di fare punti pur di entrare in zona playoff, noi, invece, dovremo dimostrare di credere nella salvezza. Serve una scossa, serve già domenica”. 

La situazione – Tempi duri per i giallorossi, che si trovano a meno sei dal decimo posto, quello utile per non affrontare i playout, adesso occupato proprio dai cugini del Montalbano. Dodicesimo e quartultimo posto per l’ASD, a meno cinque anche dal Palagianello.
La penultima e la terzultima posizione, occupate da Torricella e Ginosa distano solo 3 punti.
Nel prossimo match, i giallorossi ospiteranno il Gioia, quinto in graduatoria, mentre il Montalbano farà visita al Ginosa e il Martina, che nella giornata di ieri ha vinto contro i tarantini per 2-0, sarà ospitato dal Torricella.IMG_4808
Campionato quasi chiuso, con l’Acquaviva e il Terlizzi che si daranno battaglia il prossimo weekend. Con una vittoria della capolista, il Terlizzi, l’Acquaviva scivolerebbe a meno nove e i baresi ipotecherebbero il campionato già alla quinta di ritorno


Commenti