Categorie
Futsal

Il prepartita di Riccardo Punzi: “La sosta ci ha aiutato a livello mentale”

foto

E’ stato senza dubbio uno dei protagonisti del 2015 giallorosso. Riccardo Punzi è l’emblema del progetto della Block Stem Cisternino: il giovane che avanza e che acquisisce esperienza, diventando gradualmente uno dei punti fermi della squadra, nonostante la non veneranda età. Ha preso parte, ovviamente, a tutti i match della squadra di Francesco Castellana in A2, nonostante quattro anni fa fosse in C2. Adesso, con il girone di andata alle spalle, Punzi ci spiega i nuovi obiettivi della sua squadra e traccia un bilancio di ciò che successo finora.

Il k.o con il Policoro e poi le tre settimane di sosta. Quanto è stato importante fermarsi per un bel po’ per ricaricare le batterie dopo una dura sconfitta?
La sosta ti aiuta più a livello mentale che a livello fisico. Sappiamo perfettamente di non aver disputato una grande partita, ma ci siamo allenati con grinta e tenacia pur di cancellarla immediatamente e di ritornare ad avere la fame giusta per vincere gli incontri.

Girone di andata archiviato: quinto posto e ad un soffio dalle F8. Bilancio positivo, ma vi aspettavate questa posizione al giro di boa?
Non ci aspettavamo nulla, ma col tempo abbiamo capito di potercela giocare con tutti. Proveremo a fare ancora meglio nel girone di ritorno.

Adesso di nuovo l’Olgiata, dove tutto iniziò. All’andata il 2-4 forse bugiardo, vista la vostra ottima reazione soprattutto nella parte centrale del match. La Block Stem può puntare a sbancare Roma?
Giocheremo sempre al massimo delle nostre possibilità, vedremo chi sarà più bravo.

Diverse squadre, tra cui Olgiata, quarta, e Policoro, sesta, si sono ampiamente rinforzate. Da adesso, fino a fine stagione, quale sarà il vostro obiettivo?
Lo stesso di sempre, giocare partita dopo partita, cercando di trarre sempre il massimo e quindi i tre punti.

Avete affrontato tutte le compagini del girone B di A2, chi vincerà il titolo, chi andrà ai playoff e chi ti ha impressionato di più per il gioco espresso?
Le prime quattro hanno dimostrato di essere superiori, ma il campionato ricomincia domani e ancora tutto è in ballo. Tra tutte dico Isola, che ha dimostrato di essere un’ottima squadra, come del resto anche le altre, ma forse ha un qualcosa in più.


Commenti