Categorie
Futsal

Il prepartita di Mattia De Simone: “A2, adesso ti conosciamo. Ho lottato per arrivare fin qui”

desim2

Lo ha detto il presidente e lo confermano le sue prestazioni: Mattia De Simone, ad oggi, è una delle note più positive della Block Stem Cisternino, diventato gradualmente uno dei punti cardine della squadra giallorossa. A poche ore dal match contro il Catania, il numero 12 giallorosso ha cercato le motivazioni giuste per affrontare un match sulla carta semplice ma che potrebbe creare più di un grattacapo alla squadra di Francesco Castellana, costretta a vincere pur di allungare la striscia vincente e portarsi sempre più a ridosso delle posizioni di testa.

Tre vittorie consecutive e adesso il match contro il Catania, che sulla carta sembrerebbe alla vostra portata. Com’è il morale della squadra e come si prepara un match del genere?
Dopo tre vittorie, il morale è quello giusto per affrontare al meglio allenamenti e partita. Sappiamo di essere più forti, ma conosciamo le insidie della categoria. Non abbasseremo di certo la guardia.

A dieci giorni dalla gara contro il Sammichele, c’è il rischio che di sottovalutare questo impegno e pensare con largo anticipo al prossimo?
Assolutamente no. Bisogna pensare di partita in partita. Ora c’è il Catania, poi da lunedì si penserà al derby con il Sammichele.

Dopo cinque giornate, ci sono diversi giocatori al top della forma nella squadra cistranese, su tutti i due centrali Martellotta e Bruno. Quanto è importante avere davanti a sé due play come loro?

Fondamentali per noi. E’ un lusso avere due giocatori così in rosa, non li cambierei con nessuno.

La difesa, dopo l’inizio altalenante delle prime due gara, sembra essere cambiata. Come sei riuscito a uscire dal momento buio e a diventare una delle certezza della matricola terribile Block Stem Cisternino?
Ho lottato perché sapevo di poter dare un notevole contributo. Ripeto, la scintilla è scoccata quel giovedì, prima della terza giornata, in cui i tifosi vennero a cantare il mio nome in allenamento. Da quel giorno mi sono sentito in obbligo di dare più del massimo, perché Cisternino si merita tutto questo.

La classifica vi sorride e ad oggi siete già in zona F8. E’ un vostro obiettivo?
Non è un obiettivo, ma un sogno comune. Sarò il primo che farà di tutto per far si che si avveri.

 


Commenti