Categorie
Futsal

Il prepartita di Leandro Almir: “Il futsal mi è mancato. Pronto per la battaglia”

Almir

E’ stato la ciliegina sulla torta della campagna acquisti estiva. Leandro Almir è tornato e vestirà i colori del Cisternino. Certo, per recuperare i pieni poteri da mago, ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma i cistranesi sono pronti ad aspettarlo, consapevoli che, una volta recuperato pienamente, Almir potrà risultare ancora decisivo come qualche anno fa, quando per distacco vinceva il titolo di miglior giocatore di A2 ed esaltava la folla completamente ai suoi piedi.

Almir, tra poche ore il ritorno ufficiale in campo, dopo qualche anno di inattività. Quanto ti è mancato il futsal?
Molto. Sapevo di poter dare ancora tanto e giocare ad alti livelli. Ma mi è mancato anche il contorno, vivere l’adrenalina del campionato, essere acclamato dai tifosi e molto altro ancora. Per me il futsal è una grande esperienza di vita e non volevo si chiudesse così, senza aver dato tutto.

Un mese di preparazione e ben cinque amichevoli, tutte ampiamente vinte. Tra quanto rivedremo l’Almir di qualche anno fa?almir3
Abbiamo fatto una grande preparazione, ma non è facile ritrovare il ritmo dopo tanto tempo di inattività. Ripartirò piano, cercando non di strafare ma di acquisire di nuovo consapevolezza e fiducia. Mi sento meglio giorno dopo giorno, poi, però, devo lottare anche con l’età, che non è più quella di un tempo (sorride, ndr), ma credo che nel giro di un paio di settimane sarà al top.

L’esordio con quella che tutti dicono sia la prima della classe, l’Olimpus Olgiata. Quanto sarà determinante il supporto dei tifosi?
Siamo fortunati ad avere un tifo del genere. Se dovessi scegliere un punto di forza, credo opterei per questo. Dipende soprattutto da noi, sappiamo che giocando bene e facendo risultato potremmo richiamare l’attenzione di molti altri sostenitori. Cisternino potrebbe diventare una delle piazze più belle e importanti d’Italia.almir2

Prima l’Olgiata e poi la trasferta ad Augusta, sulla carta un inizio terribile. Avreste preferito un calendario diverso?
Sarà il campionato più equilibrato in cui abbia mai giocato, credo. Non sarà una stagione facile, Olgiata e Augusta saranno due grandi banchi di prova per capire a che punto siamo e dove si può migliorare.

Per il Cisternino sarà il primo anno in A2, mentre tu conosci ampiamente la categoria. Quali sono i segreti della serie?
ALMIR1I soliti, lavorare e ancora lavorare, essere sereni una volta che si scende in campo ma anche fuori da questo. Avere la cattiveria sportiva giusta, perché in questa serie non ci sono margini di errori e rischi sempre di essere giustiziato. Preparate il cuore e le emozioni, sta per iniziare una grande battaglia.

Cosa ti aspetti dal campionato?
Che sia pulito e che ci sia rispetto tra avversari e che vinca il migliore, perché trionfare senza avere scheletri nell’armadio è la cosa più bella che ci sia. Faccio l’in bocca al lupo a tutti, società, tifosi, colleghi.

 


Commenti