Categorie
Futsal

Il prepartita di Gabriel Pina: “Ad Augusta per riscattarci. Preferisco giocare laterale”

Pina

E’ il primo marcatore ufficiale di questa nuova stagione. Gabriel Pina, brasiliano di passaporto portoghese ha già messo lo zampino sul primo tabellino. Arrivato in estate, sembra essersi già integrato: destro e sinistro, potente ma anche rapido, si è dimostrato un grande colpo per la squadra giallorossa.
Sabato scorso è stato utilizzato con il contagocce per via di un fastidio al piede, mentre già da questa settimana potrà essere gettato nella mischia con più regolarità da mister Castellana.

Prima partita, primo goal con la maglia del Cisternino. Che emozione è stata?
Molto contento per l’esordio, ancor di più per il goal. Peccato per il risultato negativo, sarebbe potuta essere la giornata perfetta.

Sei stato utilizzato con il contagocce, per via di un fastidio al piede che ti tormenta da qualche settimana. A che punto siamo della guarigione?
Siamo a buon punto. Sto svolgendo da più giorni, ogni mattina, fisioterapia, per accorciare i tempi di recupero. Sabato sarò in campo.

Un gran Cisternino che si è inchinato a un cinico Olimpus. Come hai visto la tua squadra e, secondo te, a cosa può ambire?
Abbiamo disputato una grande partita, ma si sa, in queste categorie chi sbaglia meno vince e così è stato. Credo, però, che allenandoci duramente e dando sempre il meglio, raggiungeremo le F8 e i playoff.

Sei pivot, ma spesso e volentieri ti scambiavi con De Matos per giocare laterale e dare meno punti di riferimento alla difesa dell’Olimpus. Che ruolo preferisci?
Preferisco giocare laterale.

Sabato l’Augusta, società storica del futsal italiano e rognosa soprattutto in casa propria. Che partita andrete a disputare in terra siciliana?
La partita del pronto riscatto. L’importante è commettere meno errori e portare a casa i primi tre punti stagionali.


Commenti