Categorie
Futsal

Il prepartita di Danilo Baldassarre: “Non dobbiamo aver paura di vincere”

danilobaldassarre2

Due goal nelle ultime due giornate di campionato e il capitano, Danilo Baldassarre, sembra essere tornato ai fasti delle stagioni passate. Quest’anno, la concorrenza è enorme, ma col tempo, il numero 10 giallorosso si è guadagnato il proprio spazio, a suon di reti e di belle giocate.
In una sfida così decisiva, serve assolutamente la carica del capitano, per scuotere, nuovamente i suoi, proiettati verso un’altra sfida da cardiopalma.

Due vittorie contro due squadre esperte, come Partenope e Salinis. Cosa è cambiato da dopo il pareggio di Augusta?
Ora, rispetto a qualche settimana fa, siamo più squadra. All’inizio abbiamo pagato a caro prezzo la poca esperienza e qualche errore di gestione della partita, ma adesso, lavorandoci attentamente, stiamo amalgamando il tutto.

Adesso il Matera. La squadra più in forma del campionato, insieme al Bisceglie, ma soprattutto il miglior attacco del girone e la miglior difesa. Come si affronta una squadra che non sembra avere punti deboli?
Quando affronti squadre come il Matera, gli stimoli vengono da soli. L’importate è non aver paura di entrare in campo con un solo motivo, lo stesso di sempre, vincere.



Due goal nelle ultime due gare, entrambi su assist di Pina. Come ti trovi all’interno della squadra di gran lunga rivoluzionata dal mercato estivo?
Le cose, rispetto alla scorso anno, sono nettamente cambiate: su tutte il salto di categoria, che è evidente, ma allenandomi in maniera seria sono sicuro che anch’io reciterò un ruolo importante all’interno di questa squadra.

Almir si è sbloccato e Bruno sembra essere rientrato nella miglior forma. Quanto saranno determinanti questi due nuovi “acquisti”?
Credo che la forza di una squadra sia sempre il collettivo. Io dei singoli preferisco non parlarne perché con i singoli vinci le partite, con la squadra i campionati.

Si gioca in casa. Che risposta ti aspetti dal pubblico giallorosso?
Penso sia fondamentale per noi l’apporto del pubblico. Sono fermamente convinto sia la nostra arma in più.


Commenti