Categorie
Futsal

Il prepartita di Cainan De Matos: “Altro che pareggio. Noi in Basilicata per vincere”

cainan3

Nella giornata di giovedì, il giudice sportivo ha diramato il proprio comunicato. Per la Block Stem Cisternino sono stati appiedati per un turno Francesco Martellotta e Cainan De Matos, due pedine fondamentali del disegno tattico di coach Castellana.
L’italobrasiliano ha già segnato 10 reti ed è il capocannoniere insieme al capitano, Baldassarre. cainan1Uno dei più esperti, insieme proprio al play fasanese, il classe ’90 aiuterà i suoi colleghi solamente dalla tribuna, ma ha presentato, nonostante la squalifica, questa gara, parlando delle insidie, dello spogliatoio e di tanto altro ancora.

Scontro tra prime della classe. Che partita sarà?
Sarà una gran bella partita. Loro giocano bene, così come noi. Non è un caso che siano lì. Né io, né Martellotta parteciperemo, ma in settimana ci siamo allenati comunque al massimo. La squadra è concentrata e ormai abbiamo fatto il callo in questi big match, dopo la vittoria di Mola e quella contro il Bagheria.

Chi vince è ai playoff di coppa matematicamente. Cosa vorrebbe dire per Cisternino?
Ho imparato ad amare questo paese e ora mi sento un cistranese a tutti gli effetti. Ho trovato l’amore e non ho intenzione di andare via da qui. Cisternino è la mia casa da due anni a questa parte ormai, e i tifosi i miei concittadini, ma soprattutto amici. Qui si respira un’aria bellissima e pulita, il pubblico è uno dei più belli d’Italia. Per loro, così come per la società, sarebbe solamente la giusta ricompensa per tutti gli sforzi fatti.

Due squalificati, tu e Martellotta. Quanto peseranno le assenze di due senatori?
A inizio campionato abbiamo parlato di stagione tranquilla. Adesso, invece, ci troviamo a lottare per un obiettivo che forse non si aspettava nessuno. cainan5In partite come queste bisogna dimostrare il vero valore della squadre, che fidatevi è immenso, così come quello societario. Saremo assenti, cercheremo anche dalla tribuna di far sentire la nostra vicinanza a chi scenderà in campo.

Come affronterete questa gara?
La rosa è di grande qualità, Abbiamo dimostrato di poter battere chiunque, siamo pronti per affrontare qualsiasi avversario e qualsiasi tipo di gioco. E poi abbiamo un’arma in più.

Quale?

Il nostro allenatore. Fidatevi, avere un allenatore vuol dire tanto, ma in alcune partite serve anche un motivatore. Noi abbiamo entrambe le figure concentrate in una persona. Ogni partita, qualunque essa sia, lui riesce a prendere il meglio di noi. A caricarci, ma anche a guidarci. E’ un valore aggiunto.


cainan2Il Matera. L’avete studiata. Che squadra è?Il Matera è innanzitutto squadra. E’ stata sempre considerata una delle favorite alla vittoria finale e a metà campionato sta dimostrando il suo valore. Tra un girone saremo ancora qui a parlare della forza del Matera, ma noi non siamo da meno.

Domani esordirà il nuovo arrivato, Gabriel La Rocca.
Non conosciamo mai la formazione prima dell’ingresso in campo. Non so se giocherà lui o meno, ma so che è un giocatore esperto e di categoria superiore. Però avrà un compito non facile, quello di sostituire un idolo del futsal cistranese, Gelsomino. Non sarà facile, ma ha le qualità per far bene. Lo stimiamo tutti.

Gelsomino, appunto, è nella lista dei partenti. Che pensi del numero 22 giallorosso?
Non è facile per un gruppo assimilare una cessione così. Lui è qui da 3 anni, io da 2, ma già lo conoscevo dai tempi del Martina. Questo è il calcio, purtroppo queste cose accadono, sono scelte societarie. cainan4Io però vi assicuro che Gelsomino avrà un futuro roseo. E’ forte, io lo definisco “mostro”. Ci mancherà all’interno dello spogliatoio. E’ un amico e la squadra, dato che è una famiglia, non smetterà mai di volergli bene, nonostante vada da un’altra parte. E’ una persona fantastica e il suo mestiere continuerà a farlo ottimamente.

Matera in rampa di lancio, Cisternino con qualche defezione. Firmeresti per un pareggio?
No. Perché dovrei? La palla è rotonda e al fischio d’inizio il risultato è sullo 0-0, sempre. Non esistono partite impossibili. Possiamo perdere, ma non andremo per perdere. Sono due cose differenti. Io ci credo e ci crederò fino al fischio finale. Chi non nutre speranze, resti a casa.

 


Commenti