Categorie
Editoriale

Editoriale, arcobaleno giallorosso

editoriale4

E’ piovuto. Quasi grandinato. Ma adesso è uscito il sole e la Cisternino sportiva sorride.
Dopo il deludente avvio di stagione delle due società di calcio e futsal, ecco i primi segnali di ripresa e il sole che torna a splendere sia sul Mediterraneo, che sul PalaTodisco.

Tanti risultati negativi di fila per entrambe le squadra, ma adesso la risalita sembra essere iniziata.
Da una parte l’ASD Cisternino che in realtà non ha accantonato definitivamente l’ombrello e non ha messo la crema solare, perché c’è ancora un pizzico d’ombra che imperversa sulla squadra. La vittoria non è arrivata, ma la prestazione si.
Dopo la sconfitta in coppa, di misura e contro una squadra che milita in una categoria superiore, la squadra allenata da Scalone è riuscita non solo a conquistare il primo punto casalingo, ma anche a fermare una seria candidata alla promozione, l’Atletico Pezze, dominando il match e rischiando, soprattutto nel finale di uscire in trionfo e con i tre punti in saccoccia, se non fosse per quel palo colpito da Semeraro, che ancora trema e grida vendetta.

Dall’altra parte la Block Stem Cisternino che sembra essere a proprio agio solo in Calabria, forse perché lì davvero piove meno. Dal punto di vista del gioco, la squadra non è mai stata inferiore a nessuno quest’anno, neanche alla superfavorita Sammichele, ma da quello dei risultati e del cinismo ha lasciato molto a desiderare.
La malasorte si era abbattuta come un fulmine nei peggiori temporali sul tetto della Block Stem Cisternino e aveva creato un cortocircuito difficile da riparare. E’ bastata una sosta, qualche allenamento e il riscatto di due campioni, De Matos e Baldassarre che hanno fatto da ombrello e hanno scacciato via le ultime gocce di pioggia.
L’arcobaleno si intravede in direzione Calabria, ma in settimana il vento potrebbe portarlo fino a Cisternino.

L’arcobaleno di solito è effimero, poi o torna la pioggia, oppure esce, splendido splendente, il sole.
A Cisternino sono certi del fenomeno atmosferico che imperveserà nelle prossime ore e nelle prossime settimane e intanto le squadre si allenano per cercare continuità, magari sotto le note di “O sole mio”.


Commenti