Categorie
Futsal

E’ una Block Stem Cisternino GalanTica

mola5

E’ una Block Stem Cisternino galattica e GalanTica, quella che ha battuto, oggi pomeriggio, per 5-1 il Mola. Tanto forte, ma anche un pizzico Galmola3an dipendente. Lo spagnolo fa il bello e il cattivo tempo: prima si addormenta con il pallone tra i piedi e regala il goal del vantaggio al Mola, poi, però, accende la lampadina che forse lui stesso aveva spento e si carica la squadra sulle spalle, trascinandola sempre più in vetta alla classifica con una tripletta mancina che lo fa salire a quota venti reti stagionali.
Ma in questo suo straordinario pomeriggio, a rubargli la scena è un altro giallorosso, Vittorio Schiavone. mola6
Il numero undici fasanese segna sul proprio gommato e punisce la squadra che probabilmente non ha creduto fino in fondo in lui, segnando il goal del 3-1, quello verosimilmente del punto esclamativo.
Rabbiosa, ma tanto coinvolgente ed emozionante, l’esultanza del laterale giallorosso, che – indemoniato – fa impazzire un Salvemini addobbato a festa e va a prendersi i meritati applausi, cancellando definitivamente le opache prestazioni iniziali e diventando certamente una delle pedine fondamentali in questo rush finale.

mola2La manita – Sono cinque le reti messe a segno dalla Block Stem Cisternino quest’oggi. Una nella prima frazione, quattro nella seconda. Tre dello spagnolo Galan e una rispettivamente di Schiavone e De Matos. Il Cisternino convince tutti i presenti e consolida il proprio primato, nonostante la vittoria per 6-3 della prima inseguitrice, il Sammichele.
Pallino del gioco sempre in mano alla squadra di Francesco Castellana, poi, però, il colpo basso del Mola, quale il vantaggio, ha affossato un po’ i morali dei giallorossi, che con caparbietà sono riusciti a conquistare prima il pareggio, poi l’inevitabile e meritato successo.

La partita – Castellana sceglie La Rocca tra i pali, Baldassarre, Martellotta, De Matos e Punzi. Di Bari invece schiera De Simone, Satalino, Garofalo, Ferdinelli, Impedovo.mola4
I giallorossi partono con l’acceleratore premuto al massimo e sfiorano in tre occasioni la rete del vantaggio. Baresi tenuti a galla da un super De Simone, che salva sui vari Baldassarre e Lisi.

A passare in vantaggio è il Mola, con Ferdinelli, che raccoglie una palla lasciata vacante da Galan sulla trequarti offensiva e scaglia un siluro che La Rocca vede accomodarsi in rete.
La reazione giallorossa non è immediata. De Matos e compagni fanno girare continuamente la sfera, ma il Mola chiude bene gli spazi e cerca di fare male soprattutto in ripartenza.
Dieci minuti dopo il vantaggio ospite, è Galan a ristabilire la parità, con un facile tap in dopo l’assist di Baldassarre.

Nel secondo tempo è il Cisternino a prendere subito le redini del match. Il 2-1 arriva nei minuti iniziali, ancora con lo spagnolo Galan che dopo un coast to coast fulmina il fasanese De Simone.
Il Mola non c’è più. Schiavone fa 3-1 con una botta di destro da fuori e chiude definitivamente i conti.
Nella seconda parte della seconda frazione di gioco, ad arrotondare il passivo ci pensano ancora Galan, dopo un delizioso assist di testa di Martellotta e De Matos, che trafigge D’Ecclisiis, in porta per via della carta del portiere di movimento.
mola1
Due trasferte e il big match casalingo – Siamo quasi alla resa dei conti. Tre incontri al termine, non propriamente impossibili. Prima il Bagheria, in trasferta, poi il Matera, in casa, e infine il Fata Morgana, in Calabria. A un passo dalla promozione, i giallorossi mandano un chiaro segnale a chi forse inizialmente non credeva nelle possibilità di questa squadra e invece adesso deve fare i conti con tutte le proprie convinzioni, scemate passo dopo passo, partita dopo partita.


Commenti