Categorie
Basket

Club Giganti, al via il campionato

immagine2

Inverno,

come un seme  il mio animo

ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione’. (Ungaretti)

 

E l’animo degli sportivi cistranesi, l’animo di tutti coloro che ci hanno sempre creduto, di quelli che hanno sempre saputo che il lavoro nascosto degli ultimi anni avrebbe inevitabilmente condotto a un fruttifero raccolto.

L’animo che risorge ora dalle pigrizie estive e ridesta il fuoco interiore degli innamorati della palla a spicchi.

11301346_10205692719190069_1685892662_n

Dopo il successo ottenuto nella scorsa stagione dal club Giganti, trionfante nel campionato di promozione, ora è tempo di raccogliere quanto di buono seminato, e di godersi fino in fondo la nuova sfida alle porte. Torna la serie D a Cisternino!

 

Il team giallo-blù si affaccia al campionato con certezze, dubbi e scommesse.

Le carte a disposizione di coach Marzulli per questa mano sono in parte delle conferme: il fulcro della squadra dello scorso campionato (Pepe, Argentiero, Nannavecchia, Zizzi F., Monaco, Zizzi S.) resta pressoché invariato, eccezion fatta per l’addio di Curri, reclamato in patria dalla Nuova pallacanestro Ceglie .

A completare il roster giungono dal circondario 3 volti nuovi:

da Martina Franca la versatile ed esperta ala Maurizio Agrusta,

da Ostuni, Antonio Semeraro, lungo atipico dalle spiccate potenzialità fisiche,

ad Fasano, l’under Davide Sabatelli, guardia cresciuta nelle giovanili della C2 fasanese.

Infine la società non ha nascosto di essere alla ricerca di un 5 vero, in grado di fare la differenza sotto le plance (gennaio è il termine di scadenza).11122562_10205692719670081_1576896648_n

Il campionato alle porte, inutile nasconderlo, si presenta come una montagna molto alta da scalare, e coach Marzulli non fa mistero delle sue aspettative:

’Non c’è spazio per i fraintesi, dobbiamo essere realistici: la nostra squadra è allestita per l’obiettivo salvezza. Ci sono 7 o 8 squadre che puntano dritte al titolo, tutte le altre galleggiano tra metà classifica e zona salvezza. Noi apparteniamo a quest’ultima fascia.’
‘’Per fare una bella figura -continua il coach –, il gruppo dev’essere coeso e deve continuare a lavorare come sta facendo. Ci tengo a precisare che i ragazzi provenienti da fuori non prendono soldi, e anche i Cistranesi, per questioni di lavoro, spesso non possono garantire costanza agli allenamenti”.
“Quello che chiedo è  però che una volta entrati in palestra, tutti diano anima e corpo per la causa comune. Solo così facendo potremo fare una bella stagione”.

L’appuntamento è fissato per domenica, alle 18, al PalaTodisco di Cisternino per l’incontro d’esordio contro il Molfetta.


Commenti