Categorie
Futsal

Block Stem Cisternino, k.o ininfluente: è semifinale

lisi4

Block Stem Cisternino al turno successivo. I giallorossi, nonostante l’ampia sconfitta per 1-4 contro il Maran Nursia, accedono al turno successivo, in virtù di una differenza rete migliore rispetto al Barletta, ferma a quota 1 in classifica così come i giallorossi.
I cistranesi, orfani dei due mancini Galan e De Matos, non sono riusciti a tenere a bada la terribile compagine umbra, in pieno possesso del match per tutti i 40’.
Mi assumo tutte le responsabilità di questa sconfitta – ha detto il coach giallorosso, Francesco Castellana -. Ho chiesto probabilmente ai ragazzi un qualcosa che era al di sopra delle loro possibilità in questo momento. Non vogliamo cercare nessun alibi, ma purtroppo è la verità, siamo stanchi mentalmente e fisicamente, soprattutto non è facile ora trovare motivazioni giuste per partite che dovevamo vedere come spettatori, è questa la realtà. Adesso però, cerchiamo di ritrovare le energie giuste, perchè la finale è a soli 40′ di distanza”.
Una sconfitta che dunque non compromette il cammino nei playoff di Lisi e soci, che adesso sono tra le migliori quattro della parte bassa del tabellone e se la vedranno in semifinale con il Porto San Giorgio che ha eliminato l’altra pugliese in gara oltre Cisternino e Barletta, ovvero il Rutigliano, battuto ieri per 10-1 nel marchigiano.

La partita –  Castellana schiera La Rocca, Martellotta, L. isi, Punzi e Solidoro. Da Silva risponde con Baringelli, De Araujo. Duarte, Bellaver e Paolucci.

La prima occasione è di Martellotta, con un destro incrociato volto a scaldare i guantoni dell’ex serie A ed ex nazionale Baringelli. Poi, al 5’ Duarte di prepotenza cerca di scardinare la difesa giallorossa e porta in vantaggio gli umbri, probabilmente aiutato da una deviazione involontaria di Lisi. Passano 2’ ed è Ronchi a fare 0-2, con un lob mancino che scavalca l’estremo difensore giallorosso. Nel finale, la Block Stem tenta di riacciuffare la squadra di Spoleto con la carta del portiere di movimento, ma le occasioni non fioccano e a 30’’ dalla fine il Nursia punge in contropiede con Paolucci, che mette un grosso punto interrogativo sul discorso qualificazione giallorossa ed esclamativo sul primato suo e dei suoi soci.
Il secondo tempo inizia ancor peggio del primo, Stringari fa 0-4 e per il Cisternino, virtualmente fuori, si fa dura. Ma Castellana non demorde e le prova tutte, prima Baldassarre portiere di movimento, poi La Rocca, poi Punzi, che di sinistro fa 1-4. Nel finale Baldassarre si divora la palla del raddoppio, ma il Cisternino accede lo stesso al penultimo step dei playoff.

A tre dalla promozione – Mancano tre partite e poi si saprà il nome del team che salirà in serie A2. Due del girone D, due del girone F, nessuna del girone E. E’ questo il quadro delineatosi dopo i triangolari, che hanno decretato l’eliminazione di Rutigliano e Barletta e gli incroci tra Maran Nursia e Matera, in Umbria, e tra Porto San Giorgio e Cisternino, nelle Marche.
Le semifinali si disputeranno sabato prossimo in gara secca, mentre la finale sarà in due tranche di andata e ritorno, il 23 e il 30 maggio.


Commenti