Categorie
Futsal

Block Stem Cisternino, BisCROTtONE: Sammichele in A2

125-DSC_0701

Hanno tappato le ali al Cisternino. Hanno rovinato un sogno. A Reggio Calabria è stata partita vera, a differenza di Crotone e il Cisternino l’ha fatta sua, vincendo – agevolmente – per 13-2, dopo un parziale di 6-1
Ai giallorossi, però, non è bastata questa ampia vittoria, al PalaBotteghelle, perché contemporaneamente, o forse, il Sammichele batteva con un rotondissimo 3-25 il Crotone, accedendo, per differenza reti, alla serie successiva.
E’ stata una giornata da dimenticare, non tanto per il risultato finale, quanto per cfata2ome il sogno si è trasformato in un terribilissimo incubo per tutti i sostenitori, giocatori e staff cistranese: dopo un primo tempo in cui al Cisternino prontamente rispondeva, a qualche chilometro di distanza, il Sammichele, i baresi, nella seconda frazione di gara, quando la contemporaneità assumeva il significato opposto, hanno dilagato, segnando addirittura venti reti in 20’ effettivi, dopo essere andati all’intervallo in vantaggio per 3-5 e dopo aver ricevuto la notizia della salvezza, più che sicura, dell’avversario, il Crotone.
Lo sport ha perso. E’ stato accoltellato questo pomeriggio e ora è steso al tappeto e ci resterà per un bel po’. E non c’è medicina che tenga.

Biscotto – Come portale cistranese, abbiamo seguito tutti gli incontri dei giallorossi, sognando, cantando e gioendo con loro e adesso ci sentiamo presi in giro. Presi in giro dal sistema, dal Sammichele e dal Crotone. Adesso siamo in pullman con la Block Stem Cisternino, con i tifosi e con i giocatori, scrutiamfata1o i loro volti e notiamo i loro occhi pieni di lacrime, le loro voci rotte dai pianti e la loro disperazione perse negli abbracci, ripetuti e continui, per farsi forza a vicende. Il Cisternino perde a testa alta il campionato e accede ai playoff, nonostante la situazione di parità con i baresi, più abili però sotto porta, vista l’altissimo numfata3ero di reti messe a segno quest’oggi.
Probabilmente la notte porterà consiglio e trasformerà quelle lacrime in orgoglio. I cistranesi sono fieri dei loro atleti, che fino all’ultimo hanno provato a sfondare quanto più possibile il muro del Fata, ma questa volta a fare una magia non sono stati né stregoni e neanche maghi e fate, ma semplicemente Sammichele e Crotone, che dall’inizio ripresa in poi hanno apparecchiato la tavola e gustando dei saporiti biscotti.

La partita – Il Cisternino avanti di quattro reti rispetto al Sammichele, arriva a Reggio con l’obiettivo vittoria. La Rocca tra i pali, Martellotta, Galan, De Matos, Baldassarre.
Partono forte i giallorossi che in pochi minuti segnano prima con Martellotta e poi con Baldassarre.
Il Fata accorcia, ma sale in cattedra Galan che fa tripletta prima dell’intervallo, nel mezzo in rete anche De Matos.

Nel secondo tempo il Cisternino abbassa i ritmi, perché comuni mortali e segnano solamente due reti, prima con Baldassarre, poi con Schiavone.
Il Fata segna la seconda rete, ma il Cisternino non si lascia intimorire dall’offensiva avversaria e va ancora in rete con Galan, per tre volte e De Matos e Baldassarre.fata4
Ma al fischio finale giungono notizie da Crotone, con la squadra calabrese che subisce venti reti in venti minuti e regala la promozione al Sammichele.

Postpartita – Dopo il fischio finale e dopo le notizie arrivate da Crotone, la parola è andata al coach giallorosso, Francesco Castellana e al presidente, Paolo Liuzzi.
Castellana: “Racconterò ai miei figli di aver allenato dei grandi uomini, dei vincenti. Abbiamo vinto il girone F perché siamo stati i più forti. Non so gli altri cosa avranno il coraggio di raccontare ai loro figli e nipoti. Venerdì lo scontro con il Sammichele? Da una parte ci saranno degli uomini, dall’altra dei vigliacchi”.

Liuzzi: “Sono dispiaciuto per i ragazzi, atleti e tifosi. Stamattina abbiamo lasciato le nostre famiglie a casa, come abbiamo fatto per sette lunghissimi mesi. Ci siamo messi in pullman e abbiamo affrontato una trasferta lunga e faticosa. Abbiamo mangiato un panino al volo, speso dei soldi e ci siamo catapultati al PalaBotteghelle per spingere i nostri ragazzi verso un’incredibile promozione. Siamo increduli. Amareggiati, Afflitti e sconsolati”.

E meno male che era un gioco. 

#supportfutsalcisternino http://www.borgocampo.it/supportfutsalcisternino-lo-sport-pulito-da-chi-vive-lo-sport


Commenti