Categorie
Futsal

Block Stem Cisternino e Ares Mola, fate il vostro gioco

squadra2

Era quasi l’appuntamento più atteso ed è arrivato. La Block Stem Cisternino si prepara alla sfida di domani pomeriggio in quel di Mola di Bari da autentica sorpresa del girone F.
Da semplice neopromossa, a matricola terribile, fino a diventare l’imbucata speciale alla festa delle grandi.
Le grandi del girone F, Bagheria, Matera, Mola e Sammichele, iniziano a fare il conto alla rovescia, sul tempo e i punti che servono per arrivare quantomeno ai playoff di coppa Italia.

Foto di Elena Loparco

Foto di Elena Loparco

Poi c’è il Cisternino. Partita male, la squadra giallorossa ha inanellato una serie di quattro successi consecutivi e ha raggiunto, inaspettatamente, la testa della classifica, o qualche gradino più in giù, entrando a capofitto in quel trenino che d’ora in poi si darà battaglia per l’accesso ai preliminari, obiettivo più che concreto di tutte queste compagini.

Domani, finalmente, ci sarà il primo big match, quello tra Cisternino e Mola, in casa barese, prima ancora di quello al Salvemini contro il Bagheria della settimana successiva e poi ancora quello nella tensostruttura lucana di Matera.

Marcia d’avvicinamento – Escluso il Sammichele, che sembra fare un campionato a sé, Cisternino e Mola sembrano essere, insieme a Bagheria e Matera, le squadre leader di questo girone. Il Mola fin dalla vigilia sembrava l’indiziata numero uno alla corsa verso la promozione in serie A2: una squadra fatta di soli pugliesi, ma di un certo spessore, da D’Ecclessis a Satalino, arrivando a De Simone e al bomber Garofalo, punta di diamante di tutto il girone vista la miriade di goal messi già a segno. Il pivot è stato il protagonista della vigilia, con le sue parole di stima nei confronti di qualche giallorosso e la sua fame di vittoria, con l’ultima, volata via a 30’’ dalla fine, a favore del Sammichele: “Sabato arriverà il Cisternino. Penso sia una delle migliori squadre di questo girone, preparata, completa e con un grande mister, che stimo molto. Inoltre, nella rosa figura il nome di Ciccio Martellotta, uno per cui stravedo. squadra5Noi però, cercheremo di riscattarci e regalare ai tifosi quella gioia che abbiamo assaporato fino all’ultimo secondo a Sammichele”.

Il Mola ha totalizzato finora 15 punti, e persi solamente 6, contro il Bagheria, in Sicilia, e contro il Sammichele, sempre in trasferta. Imbattuta in casa, la squadra barese si scontrerà con la compagine che ha totalizzato più punti in trasferta, insieme al Sammichele, il Cisternino che, eccetto quei due passi falsi della seconda e terza giornata al Salvemini di Fasano, è la squadra più in forma del torneo.
Dopo le vittorie regionali e qualcuna nazionale dello scorso anno, questo – per i giallorossi – sarà il primo vero scontro decisivo della loro breve storia. Il mister, Francesco Castellana, invita tutti a godersi questi attimi e che certe partite sono così affascinanti che è difficile anche restare fermi al proprio posto a guardarle: “Sarà una partita importante per la nostra corsa ai playoff – ha detto il tecnico -. Partite del genere affascinano. Sono dell’idea sia più bello giocarle che guardarle e noi ci saremo. Noi speriamo di essere diventati una grande squadra per poter vincere grandi partite”.

Olimpo delle grandi –Nessuno più potrà nascondersi: sia Cisternino, che Mola, saranno chiamate alla prova del nove e a togliersi la maschera. Se finora qualcuno è voluto rimanere nascosto, adesso è arrivato il momento di agire. Mancano troppi pochi minuti al giro di boa, solamente 160’ e la possibilità, ormai dietro l’angolo, di raggiungere la coppa Italia nazionale.
La matricola è stata smascherata e il Mola come da prassi si è confermata grande squadra, ma adesso, per qualcuno, è arrivato il momento di guardare, ma non toccare e restare al palo aspettando un’altra possibilità, non prima della fine dell’altro girone.
E’ arrivato il momento di girare le carte, Mola e Cisternino, fate il vostro gioco.


Commenti