Categorie

Basket: Regular Season alle battute finali, vincono i Giganti, perde la Minor.

fusion

Domenica 3 aprile,

Il Club Giganti Cisternino, dopo aver raggiunto l’obiettivo salvezza, quello principale per quanto riguarda la stagione in corso, si appresta a concludere il campionato giocando le ultime partite con l’intento di recuperare qualche altra  posizione in classifica.

Questo, a partire dalla trasferta di oggi in quel di Rutigliano. Il team Cistranese affronta oggi Rutigliano, chiudifila assoluto del campionato di serie D, fermo a soli 2 punti.

Per la squadra di Bruno Marzulli assenti oggi Friuli, Semerano e Giacovazzo.

Reparto lunghi dunque anche oggi arrangiato, con Argentiero rientrante ma non ancora al top, e Cofano febbricitante.

La partita dei nostri è buona sin dall’inizio, con soltanto qualche ombra nella fase centrale, ma tutto sommato, costante e decisa.

Buono l’inizio di Agrusta (che avrà impatto anche nel finale) e degli esterni tra cui Nannavecchia e Monaco, oltre alla prova del solito Pepe, e del top scorer Cofano (18 punti alla sirena finale).

Il parziale decisivo arriva nel terzo quarto, quando l’eterogeneo gruppo unito sotto il vessillo cistranese arriva anche sul +17.

Rutigliano a inizio quarto periodo piazza tre bombe che oltre a ridare un po’ di coraggio, li invogliano a invertire la tendenza della gara, deviandola su binari più ‘maschi’

La lieve rimonta dei padroni di casa non è sufficiente, e si ferma sul -8. Da qui in poi i nostri controlleranno sino al termine.

Col 72-81 finale i giallo-blù si assicurano altri 2 punti preziosi, che portano a 16 la squadra locale avvicinandola ulteriormente a Taranto, Calimera e Lecce, tutte a 18 punti.
Tabellini;

Cofano 18, Pepe 15, Agrusta 13, Nannavecchia 9, Monaco 7, Zizzi S. 6

Zizzi F. 6, Likaj, Loparco.

 

Martedì 5 aprile,

La capolista Massafra arriva al palatodisco per consolidare il proprio primato in classifica, ai danni di Taranto e Martina. Per la Minor Basket Todisco, reduce dalla facile vittoria sul Carovigno, il risultato finale cambia ben poco per quanto riguarda la situazione in classifica. Il gap di 4 punti è infatti irrecuperabile, trattandosi dell’ultima giornata prima del’inizio della fase a orologio.

La partita è equilibrata, specialmente nelle battute introduttive e fino a metà secondo quarto. A fine terzo periodo però, la stanchezza e la pigrizia dei padroni di casa costano un parziale di 10 a 0 (contropiedi banalissimi e amnesie).

La reazione arriva solo nell’ultimo quarto, quando i nostri, sfruttando le disastrose percentuali ospiti, si rimettono in carreggiata. La rimonta si ferma purtroppo sul -1, e nei minuti finali al squadra di casa è stanca e poco lucida, al contrario del veteranissimo Cosentino, che piazza sullo scadere dei 24 secondi a due minuti dalla fine un tripla in corsa da campione.

La partita finisce 44-52, i nostri chiudono il girone quarti in classifica a 14 punti, in attesa ora di scoprire quale sarà il calendario della fase a orologio che seguirà.


Commenti