Categorie
Atleta della settimana

Atleta della settimana, Valentino Ricci, enfant prodige

foto

Il nostro atleta della settimana è Valentino Ricci.
Oltre che essere un riconoscimento alla sua fantastica stagione, questo è un premio a tutta la sua squadra, l’U21 della Block Stem Cisternino, che quest’anno ha raggiunto risultati stratosferici, dalla qualificazione alle F8, alla conquista del campionato con due giornate d’anticipo.
Ricci è stato determinante in tutte queste competizioni, soprattutto in questa settimana cruciale, vista la sua doppietta mercoledì contro il Ruvo in coppa Italia, la sua rete giovedì contro il Turi nel campionato juniores, la sua convocazione sabato in prima squadra per la gara contro il Catania, e infine la sua rete domenica, in campionato U21, contro l’Ostuni, tutto poi, condito dalla terza chiamata nella nazionale italiana U21 di coach Tarantino.

Sei impegnato su tre fronti: juniores, U21 e prima squadra. Per ora il bottino dice, coppa Puglia U18 conquistata, pass alle F8 di U21 staccato, campionato di U21 già in vostro possesso, e una rete in prima squadra. Al momento, come giudichi la tua stagione e quali erano i tuoi obiettivi a inizio anno?
Credo che questa sia la mia miglior stagione, a livello personale, ma anche di squadra. Abbiamo già raggiunto diversi obiettivi, tra juniores e campionato U21, inoltre abbiamo anche staccato il pass per le F8, cosa assolutamente non programmata. Una grande stagione, dunque, che magari potrebbe diventare magnifica alle F8.

Insieme a qualche altra pedina, sei il fiore all’occhiello del vivaio giallorosso. La stagione delle squadre giovanili della Block Stem è stata magnifica. Chi credi sia stato, insieme a te, l’ago della bilancia in questa lunga, faticosa, ma soddisfacente stagione?
Ho sempre ripetuto una cosa da inizio campionato fino ad oggi, che il lavoro di squadra ci ha permesso di arrivare in fondo in campionato e in coppa Italia. Siamo stati tutti fondamentali. Una menzione speciale va a Lupinella, che ha difeso in maniera esemplare la nostra parte e ai senatori Castellana e Sabatelli che ci hanno fatto vincere delicatissime partite, segnando a valanga. Poi ovviamente a tutti gli altri, è il gruppo che ha fatto la differenza, e non è retorica.

Sei parte integrante anche della prima squadra. Quanto è importante per una crescita professionale allenarsi con gente esperta come Bruno, De Matos, Almir e altri ancora?
E’ molto importante allenarsi con la squadra maggiore e credo davvero che questo sia stato l’elemento fondamentale per la mia crescita. Cerco di recepire ogni loro consiglio, con la speranza di crescere allenamento dopo allenamento.

Come giudichi il tuo rapporto con i tuoi due mister?
Mi trovo molto bene con entrambi e i risultati lo dimostrano. Penso siano due grandi mister, ma anche due ottime persone, e questo è indispensabile per la buona riuscita di un qualcosa. Sono eccellenti motivatori, di quelli che ti riescono a dare quella carica in più soprattutto nelle partite più importanti. Un grazie enorme va a loro.

Questa settimana sei in nazionale U21 italiana, che vuol dire indossare i colori del proprio Paese?
Un’emozione che non ha prezzo. Ogni bambino da piccolo sogna di indossare questi colori, io in primis ovviamente, ed essere in nazionale ogni volta è sempre un qualcosa di unico. Mi impegnerò al massimo per poter rimanere in questa squadra.


Commenti