Categorie
Atleta della settimana

Atleta della settimana, Nicolas Fanelli, gioia tricolore

NICOLAS_3-03

Ritorniamo, puntuali, con la rubrica “atleta della settimana” .Verrà premiato, dalla nostra redazione, l’atleta cistranese, oppure militante in una società del nostro paese, che più si è contraddistinto nel corso del weekend e/o della settimana.
Questa settimana abbiamo deciso di premiare Nicolas Fanelli, medaglia d’argento nei campionati italiani indoor allievi disputati ad Ancona, nelle Marche.
Il giovane talento cistranese è per distacco il nostro “man of the week”, dopo aver conseguito un risultato così importante e storico per il nostro paese. Fanelli porta ancora una volta il nome di Cisternino in giro per l’Italia conquistando l’ennesima medaglia.
Nicolas Fanelli è il talento in persona, ma spesso, per aver successo, questo non basta e allora lui ci inserisce tanta abnegazione e spirito di sacrificio. E’ il nostro atleta della settimana e anche il nostro testimonial in giro per l’Italia.

Poco meno di un mese fa il terzo posto in quel di Bari e l’auspicio di ritrovarsi dopo qualche settimana a parlare di una medaglia più importante nei campionato italiani indoor allievi. nicolas1Quella medaglia è arrivata, è d’argento e brilla di luce propria. Raccontaci la tua preparazione.
La preparazione, ovviamente, è stata accuratissima. Non è solo frutto di due settimane di lavoro, ma molto di più. Mi sono allenato duramente per essere in forma in questa gara che da tempo aspettavo.
nicolas2
Sono entusiasta del lavoro fatto, sono al primo anno di categoria, e sono soddisfatto del risultato e del lavoro svolto.

L’emozione di salire sul podio, di ricevere la medaglia d’argento immagino sia indescrivibile. Prova però a raccontarci quei momenti.

Ansia. Terribile ansia. Salire sul secondo gradino del podio, non è cosa di tutti i giorni, specie in una competizione nazionale. Ero all’esordio in una nuova categoria, l’inizio è stato ottimo.nicolas3

Il ritorno a casa e l’abbraccio dei parenti e degli amici. A chi dedichi questa medaglia?
Le dediche sono tante, ma assolutamente necessarie e sentite: alla mia famiglia, che mi ha sostenuto in ogni momento, facendo – naturalmente – diversi sacrifici, al mio allenatonicolas4re, Vito Vasta e al presidente della società, Pietro Vasta, e poi, ai miei amici, che ho dovuto “sacrificare” in questa settimane di duro lavoro.

Cos’è per te la marcia?
Non c’è una definizione ben precisa. E’ come se dovessi spiegare il senso della vita. E’ tutto. La marcia è tutto.

nicolas5Ogni qualvolta t’intervistiamo, ci parli di sogni futuri, che puntualmente concretizzi. Il prossimo qual è?
L’obiettivo principale adesso è la 10km su strada in programma alla fine di marzo.


Commenti