Categorie
Atleta della settimana

Atleta della settimana, Francesco Castellana, the special one

CASTELLANA-09

Ritorniamo, puntuali, con la rubrica “atleta della settimana” .Verrà premiato, dalla nostra redazione, l’atleta cistranese, oppure militante in una società del nostro paese, che più si è contraddistinto nel corso del weekend e/o della settimana.
Il primo atleta di ogni squadra è sempre l’allenatore.
Oggi, allora, abbiamo deciso di premiare il coach della prima squadra della Block Stem Cisternino, Francesco Castellana.
Non è un atleta, ma muove e giostra a perfezione i suoi discepoli. Se il Cisternino è riuscito ad alzare un trofeo, ancora una volta, gran parte dei meriti sono suoi. Un motivatore e un grande tattico, Francesco Castellana è a furor di popolo l’emblema dei successi giallorossi.
E’ l’atleta della settimana e senza dubbio anche l’uomo copertina dell’ennesimo trionfo targato Futsal Cisternino.

Annata spettacolare e inimmaginabile, quando avete capito di poter ambire a entrambi titoli?

Dopo le dmister4ue sconfitte iniziali contro Catania e Sammichele, due tra le favoritissime della vigilia. Due sconfitte di misura, con un gruppo nuovo ed estremamente giovane come il nostro, nelle quali peccammo solo in un po’ di inesperienza. Ma lì capimmo che col passare delle settimane saremmo maturati e avremmo detto la nostra.

Final Eight dominate e conquistate. Non eravate la squadra qualitativamente migliore, ma avete strapazzato qualsiasi avversari. Qual è il segreto di questo successo?
Credo che ci siano giocatori e squadre predisposte a questo tipo di partite e di competizioni, che riescono a tenere a bada la tensione, favorendone così la concentrazione. Come dico sempre nello spogliatoio, i grandi giocatori sono quelli che si vanno a prendere la palla nelle grandi partite, quelli che hanno pmister3ersonalità. Nella Final Eight, inoltre, penso che la differenza l’abbia fatta la condizione atletica, e questo è tutto merito del Prof. Sicilia.

Hai visto tutti gli incontri di questa coppa Italia, studiando meticolosamente ogni possibile avversario. Stilaci una tua formazione ideale tra i presenti alla competizione.

Tolgo i miei, che per me sono stati i migliori, tranne La Rocca, dato che, con tutto rispetto, non ho visto nessun altro portiere con le sue qualità. Davanti a lui ci metto Bidinotti, Manzalli, Garrote, Vidoto.

Sei il coach del momento, anche a livello nazionale. Chi è veramente Francesco Castellana?
mister1Un perfezionista, uno che si sente in difetto se non fa quel che deve al meglio che può. Un vincente, perché non sono nato per restare nell’anonimato. Un caparbio, perché quando mi dissero che vincevo perché avevo la squadra più forte, sono sceso fino alla categoria più bassa per dimostrare il mio valore.

Come vedi il tuo futuro?
Spero ancora a Cisternino, ma non dipende da me. Non voglio rigiocare un campionato che ho già vinto.

Quale giocatore ti ha sorpreso di più nel corso di questa stagione?
Sorpreso da nessuno. Sapevo di aver preso giocatori a mia immagine e somiglianza, di grande maturità, voglia di rivalsa e mentalità vincente. mister2Contento della crescita tattica di Galan, dopo un inizio stentato per il diverso modo di fare futsal. E contento per tutti coloro che hanno dimostrato, nonostante molti pensassero il contrario, di poter disputare un campionato di serie B, e di farlo da protagonisti assoluti.

Tifosi straordinari. Queste Final Eight le hanno vinte anche e soprattutto loro?mister5

Il merito è di tutti. Ognuno di loro si deve sentire protagonista. Quando mi scrivono o mi incontrano per strada per ringraziarmi, io rispondo sempre che sono io a ringraziare ognuno di loro, perché ci hanno dato una motivazione in più ogni giorno per portare a casa questi trofei.


Commenti