Categorie
Atleta della settimana

Atleta della settimana, Fabrizio Sabatelli, DNA vincente

SABA-06

Ritorniamo, puntuali, con la rubrica “atleta della settimana” .Verrà premiato, dalla nostra redazione, l’atleta cistranese, oppure militante in una società del nostro paese, che più si è contraddistinto nel corso del weekend e/o della settimana.
Questa settimana abbiamo deciso di premiare Fabrizio Sabatelli, laterale classe ’95 della Block Stem Cisternino.
Silenzioso e gran lavoratore, Sabatelli in questo weekend ha disputato ben due incontri, uno con la prima squadra in serie B, segnando la sua prima rete nel campionato cadetto, l’altro con il suo team, l’under 21, incocciando il pallone del momentaneo 5-1.
Sabatelli fa dell’abnegazione la sua arma migliore. Cresciuto al nord, il giovane laterale è da due anni nella rosa dei giallorossi, con cui ha vinto ben tre coppe lo scorso anno.
Fabrizio Sabatelli, bomber in questo weekend dove solamente il futsal ha portato a casa la vittoria, è il nostro atleta della settimana

Fabrizio, quasi vent’anni e già tre trofei all’attivo. Cosa vuol dire per un giovane ragazzo poter disporre di un palmares così lungo?
Aver vinto tre trofei a questa età, vuol dire molto. Qualunque giocatore, grande o piccolo che sia, sogna di raggiungere determinati traguardi. Sono contento di esserci già riuscito, ma fungeranno da stimolo per fare ancora meglio.
fabrizio5
Due goal nel weekend. Uno in prima squadra, l’altro in under 21. Che ne pensi di questa due giorni fantastica?
Un weekend fantastico, ma spero sia l’inizio di un anno altrettanto meraviglioso. Sono emozioni difficili da spiegare, spero mi ricapiti una due giorni del genere. Solo con tanti sacrifici tutto ciò è possibile, lavorerò ulteriormente affinché questo riaccada.

Esordio in B e prima rete. Che emozione è stata e cosa vuol dire giocare al fianco di grandi atleti?
La serie B è qualcosa di unico. Di speciale. fabrizio4Giocare davanti a così tanto pubblico e contro grandi atleti è fantastico, poi, se riesci a segnare il tutto diventa favoloso. Gioie uniche, diverse da quelle dell’under.

Sei l’unico dell’under 21, Punzi escluso, ad aver già giocato in questa squadra. Quanto è stato importante lo scorso anno?
Penso che lo scorso anno sia stato di vitale importanza. fabrizio3Non avevo mai giocato a calcio a 5, quindi ho dovuto sudare parecchio pur di imparare schemi e tattiche di questo sport. Mi reputo fortunato, è stato un anno vincente e decisamente soddisfacente. Adesso mi sento più a mio agio su un parquet, questo grazie anche ai dodici mesi passati. Adesso so cosa vuole il mister e conosco a memoria ogni tattica richiesta.

Raccontaci un po’ il tuo carattere. Silenzioso fuori, ma poi duro, grintoso e tenace in campo.fabrizio2
Sono grintoso perché odio essere un perdente. Non sopporto arrivare secondo e vedere gli avversari esultare. Porto ancora delusione e rabbia per la sconfitta in finale di coppa dello scorso anno, ma cerco di essere forte, reagire e non mollare mai. I risultati arrivano solo se si combatte fino all’ultimo secondo.

Aspettative personali?
fabrizio1Non ho molte aspettative, perché sono concentrato sul presente. Cerco di fare sempre meglio e di farmi trovare sempre pronto. Se si dà la prestazione, si hanno risultato, dice mister Castellana. Sono d’accordo con lui. Cerco di dare sempre il massimo, poi, il risultato non può che essere positivo.


Commenti