Categorie

Atleta della settimana, Danilo Baldassarre, core de sta città

danilobaldassarre

Ritorniamo, puntuali, con la rubrica “atleta della settimana” Verrà premiato, dalla nostra redazione, l’atleta cistranese, oppure militante in una società del nostro paese, che più si è contraddistinto nel corso del weekend e/o della settimana.
Quest’oggi abbiamo deciso di premiare il capitano della Block Stem Cisternino, Danilo Baldassarre, autore di una doppietta nel match perso di misura dalla propria squadra al Salvemini di Fasano.
A quota quattro in classifica marcatori, il numero 10 giallorosso è al quarto posto ed è partito con l’acceleratore premuto al massimo in questa nuova avvenuta cadetta.
Riscoperto bomber della squadra, il capitano ha siglato un goal da cinetica, partendo dalla propria metà campo e dribblando il portiere avversario. Nel secondo tempo è stato di gran lunga il migliore in campo, ma non è servito per evitare una sconfitta contro la favorita del girone, il Sammichele.

Danilo, atleta della settimana, visto il tuo stato di forma eccezionale. Doppietta all’esordio, doppietta alla seconda di campionato, che non è servita ad evitare la sconfitta. Cosa vi è mancato per centrare l’impresa e sconfiggere il Sammichele?
Un pizzico di fortuna in più e un altro po’ di determinazione. Loro si sono dimostrati grandi squadra, come era preventivabile alla vigilia. Noi però abbiamo giocato ad armi pari, però si sa, il futsal è fatto di episodi e tante volte questi ti condannano.

danilobaldassarre3

Sei a tre lunghezze dal capocannoniere e siete a tre lunghezze dalla vetta della classifica a squadre. Non è perso nulla, anzi, uno stop doveva pur arrivare prima o poi. Quanto vi pesa sia arrivato alla prima, davanti al proprio pubblico, dopo anni d’imbattibilità?
La serie B è un campionato totalmente diverso da quelli affrontanti in precedenza. Certo, la sconfitta prima o poi doveva arrivare, ma l’importante è aver onorato la maglia. La classifica cannonieri non è un mio reale obiettivo, a dir la verità preferivo non segnare, ma vincere il match. Ma sono certo che ci rifaremo immediatamente.

La squadra ha lottato e ha per lunghi versi dominato. Avete colpito quattro legni e spaventato la capolista. Gioco spumeggiante e forma atletica ottima, ma ancora da migliorare. Dove pensi possiate arrivare vista la grande gara di sabato. Una battuta inoltre sul prossimo match contro il Catania, fanalino di coda.
Attenzione, il Catania non è ultima perché è la squadra materasso. Lungi da noi questa idea della squadra siciliana, anzi, abbiamo rispetto per loro e per tutte le altre squadre. Il nostro girone è uno dei più impegnativi, quindi bisognerà affrontare tutti i match come se fossero finali. Il mio sogno, lo ripeto ancora, è arrivare tra le prime quattro nel girone di andata, così da andarci a giocare la fase finale della coppa.

danilobaldassarre2

PalaTodisco inagibile. Campo neutro di Fasano gremito in ogni angolo di posto, ma l’atmosfera del palazzetto cistranese resta impareggiabile. Quanto potrà influire il dover giocare, almeno il prossimo match, in un altro paese e in un’altra palestra?
Non voglio cercare alibi o scuse, anche se ammetto che il non poter giocare nel nostro palazzetto un po’ ci penalizza. Questo vuol dire una cosa solo, ovvero che dovremo dare tutti un qualcosa in più.


Commenti