Categorie
Atleta della settimana

Atleta della settimana, Alessandro Marangi, bis di Marangi

79c68af7-e8a0-415e-aa5a-40547df4e8f3

Il nostro atleta della settimana è Alessandro Marangi.
Così come un mese fa, Marangi, atleta cistranese ma in prestito al Molfetta, è balzato agli onori della cronaca per l’ennesima ottima prestazione nella gara “Vivicittà” in quel di Bari, classificandosi al primo posto, su 2500 iscritti, vincendo la propria gara, la 12 km, in 39’ e 26’’.

Alessandro, un trionfo assoluto: 1’ di distacco al secondo classificato e una gara condotta dall’inizio alla fine. Ti aspettavi questo successo?
Direi che la forma fisica c’è e il successo di questo periodo è merito dell’ottima preparazione invernale.
Grazie alle buone sensazioni riscontrate in allenamento ho puntato ad affrontare una gara in testa al gruppo dandomi la possibilità di gestire il ritmo di questa ottenendo un buon distacco dal secondo.

Un mese fa un’altra ottima prestazione, domenica scorsa la vittoria della Vivicittà. In primavera ti stai togliendo diverse soddisfazioni, frutto di un lavoro meticoloso affrontato in inverno. Come hai preparato queste gare?
La preparazione invernale non è stata semplice, ho affrontato allenamenti duri correndo al freddo e sotto la pioggia, senza mai saltare un allenamento.

L’atletica come altri sport comporta sacrifici e rinunce, che vanno – però-  ricompensati con i risultati.

Trentesima edizione, 2500 iscritti e il nostro Marangi al primo posto. Nonostante questo non fosse uno dei tuoi obiettivi primari a inizio stagione, contento del risultato ottenuto e obiettivi all’orizzonte oltre il campionato nazionale in quel di Rieti?
Vincere un evento come il Vivicittà di Bari è stata una grande soddisfazione, nonostante le gare su strada non siano la mia specialità.
L’obiettivo principale è ottenere dei buoni risultati su pista, tra cui un buon piazzamento al Campionato Nazionale di Rieti, mentre il sogno più grande sarebbe tornare a vestire la maglia azzurra nella categoria assoluti. Obiettivi difficili dato che oltre a fare l’atleta presto servizio presso la Guardia di Finanza di Bari. Conciliare il lavoro con l’atletica non è semplice, ma penso che con la voglia e la determinazione si possa ottenere tutto.

Hai una dedica particolare per questo successo?
Vorrei dedicare questo successo al mio allenatore Vito Vasta, all’Atletica Amatori Cisternino dato che è la società con cui sono cresciuto, e a tutti coloro che credono in me.


Commenti