Categorie
Pallavolo

Athena Club, Pinto: “Capitano per vocazione, quest’anno saremo ancora più competitivi”

claudio1

Fedele ormai da anni all’Athena Club. Colonna portante della squadra maschile di prima divisione e non solo, è una sicurezza per i suoi compagni e per mister Giacovelli.
Di ruolo palleggiatore, il capitano dell’Athena, Claudio Pinto è ormai una certezza della squadra cistranese. Pinto mette a disposizione da anni la sua esperienza e la sua intelligenza tattica, mix perfetto per affrontare al meglio un campionato impegnativo come quello prossimo.
claudio2
Da quanto tempo giochi e come ti sei avvicinato a questo sport?
Ho iniziato a praticare agonisticamente questo sport verso i dieci anni, convinto da alcune amiche che già militavano nell’Athena Club.
Durante il liceo abbandonai la pallavolo per due o tre anni scegliendo il nuoto e il tennis più per un’assenza di coetanei maschi che per un reale interesse per questi due sport.
Ho ripreso l’attività agonistica durante il primo anno di università quando il mister Salvino mi propose di aggregarmi ad un gruppo di ragazzi, poco più giovani di me, che volevano giocare in prima divisione.
Fatto sta che nei miei sabbatici non ho mai smesso di giocare a pallavolo.

Quest’anno ci sono delle new entry, che apporto daranno alla squadra?
Si è vero. Quest’anno si sono uniti a noi alcuni ragazzi provenienti da Fasano e Ceglie. Andranno a sostituire pedine molto importanti che negli scorsi anni sono state fondamentali per raggiungere gli obiettivi che la società si era prefissa.
Stiamo costruendo un gruppo molto omogeneo e unito anche fuori dal rettangolo di gioco, sperando che questa sintonia possa dare i suoi frutti durante il campionato.

Sono sicurissimo che il loro contributo sarà fondamentale sia per la crescita dei più giovani e sia per cercare di vincere il maggior numero di partite possibili.

claudio3

Guardando il ventaglio di squadre che propone quest’anno il campionato ti senti di fare pronostici?
Sinceramente non conosco tutte le rose delle squadre iscritte al campionato. Non mi sono mai preoccupato di informarmi in anticipo riguardo i giocatori che un’altra società può mettere in campo. Sappiamo, però, che negli ultimi anni il livello della prima divisione si è alzato notevolmente, quindi siamo ben consci che affronteremo squadre molto ben attrezzate sia dal punto di vista tecnico che fisico. Ma dobbiamo solo pensare a noi stessi, allenarci nel miglior modo possibile e dare tutto ciò che abbiamo in campo. E poi quest’anno c’è il derby…

claudio4
Sei sempre stato fedele all’Athena Club, motivi logistici o motivi di cuore?
Ho militato sempre in questa società. Non credo che i motivi siano stati logistici. Sinceramente ho sempre giocato a pallavolo per divertirmi, senza avere pretese di una possibile (quanto fantomatica) carriera professionistica.
L’Athena Club l’ho sempre considerata una seconda casa, gran parte del merito è da attribuirsi al mister Salvino, dove sfogare le ansie o le frustrazioni di una giornata negativa e dove esser sicuro di trovare amici con i quali trascorrere ore a divertirci giocando a uno sport che amiamo.


Commenti