Categorie
Pallavolo

Athena Club, Angela Santoro: “La pallavolo non è soltanto sport”

angela3

Angela Santoro è il capitano dell’Athena Club, almeno in questa prima parte di stagione, data l’assenza per squalifica di Marigrazia D’Errico. La Santoro ormai da diversi anni è parte integrante del gruppo gialloblu, tanto da essere considerata filo conduttore tra la vecchia guardia e la nuova generazione.
In campo la sue esperienza e la sua passione incondizionata sono da stimolo per le giovani leve. Nello spogliatoio, poi, da vero leader qual è, dispensa consigli a tutto il resto della ciurma.
Noi l’abbiamo intervista, ponendole domande sul campionato in corso e sul suo nuovo ruolo.

Ti è stato passato il “testimone”, ovvero la fascia di capitano.  Ti senti a tuo agio in questo ruolo?
Negli anni, i miei capitani sono sempre stati delle persone che ho visto innanzitutto sia come ottime compagne di squadra che come grandi atlete, la vera forza di chi indossa questa fascia è nel gruppo, nel supporto reciproco. angela1Chi mi ha passato il testimone mi lascia un senso di maggiore responsabilità, un capitano deve dare il buon esempio e tenere unito lo spogliatoio. Spero di essere sempre all’altezza di questo importante ruolo. E come dice Mariagrazia D’Errico “siamo tutti capitani dentro il campo”.

Due gare già disputate: una vittoria e una sconfitta. Cosa si deve migliorare?
Abbiamo iniziato il campionato con una sconfitta, è vero, ma bisogna considerare che era la prima partita con un assetto di gioco completamente nuovo. Ci sono molti ritorni quest’anno e avevamo bisogno di provare il campo tutte insieme. La seconda partita è andata decisamente meglio, con una vittoria schiacciante contro il San Pietro. Ho sensazioni molto positive per questo campionato, dobbiamo rimanere concentrate ad ogni incontro come fosse quello decisivo.

Sei sempre stata fedele all’Athena Club,  e nonostante tu ti sia allontanata per motivi di studio, sei ritornata a calpestare – finalmente -quel parquet. Cosa rende così importante questo sport?
Il fatto che non sia solo “uno sport”. angela2Ho iniziato a far parte del mondo Athena Club all’età di 4 anni, prima come ginnasta e poi come pallavolista. Essere una sportiva mi ha insegnato a comportarmi nel migliore dei modi anche nella vita, ad essere ambiziosa nel perseguire i miei obiettivi ed a saper accettare le sconfitte con un sorriso. Tutti i valori che la pallavolo esprime però non sarebbero stati così amplificati se dietro non ci fosse stato colui che per me, per noi, da sempre, è molto più di un allenatore, mister Giacovelli.

Come gestisci le emozioni adesso rispetto a quando eri una ragazzina?
Ma io sono ancora una ragazzina! (ride, n.d.r.)  Di sicuro negli anni le esperienze aiutano a mitigare il nervosismo negativo a favore della grinta, quella buona. La consapevolezza dei propri limiti e la voglia di superarli ogni giorno, mi spinge sempre a migliorare, insieme alle mie compagne. Siamo uno splendido gruppo, composto da ragazze di età diverse che hanno saputo unirsi al meglio. Per noi quello che conta è divertirci, le vittorie arriveranno di conseguenza.

 

 


Commenti