Categorie
Calcio

ASD Cisternino, terza sconfitta consecutiva

021-IMG_5520

Sembra passata un’eternità da quella domenica pomeriggio in cui il Cisternino strappava un pareggio, a reti inviolate, all’Atletico Pezze. Poi tre risultati negativi di fila, che si sommano a quelli pre Pezze di Greco e la crisi che sembra aleggiare sul Mediterraneo.
Il Cisternino viene sconfitto anche a Statte, per 3-1, nonostante il goal di Pentassuglia e gli esordi di Annese e Corallo, sostituiti nella ripresa.

Nel primo tempo, la squadra allenata da Scalone ha subito un goal nei minuti iniziali, per poi pareggiare i conti grazie alla rete dell’ottimo Pentassuglia, imbeccato da Santoro. Prima dell’intervallo il punteggio era sul 2-1, con lo Statte passato, di nuovo, in vantaggio.
Nel secondo tempo l’espulsione di Cecere, abbastanza discutibile, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, con il Cisternino in preda alla rabbia e i tarantini bravi a sfruttare le poche azioni, concludendo l’incontro con il punteggio di 3-1.

C’è sconforto nell’aria, seppur qualche nota positiva è ben visibile. Maurizio Pentassuglia, centrocampista, ma all’occorrenza anche ala o terzino, ha disputato un’ottima partita, condita per altro dalla rete del momentaneo pareggio. Il giovane giallorosso ha parlato, a fine gara, della rete e del momento abbastanza nero che sta affrontando la propria squadra: “Sono molto contento per il goal, ma anche per la prestazione mia e della squadra, nonostante la sconfitta. Sulla carta questa era una partita molto difficile e, forse, quel goal subito a freddo ci ha complicato ancor di più la domenica. Siamo riusciti a pareggiare, con un mio goal arrivato da assist di Santoro, ma poi, prima della fine del primo tempo, abbiamo incassato un’altra rete – ha detto il centrocampista che da diversi anni veste la maglia del Cisternino -. La partita è cambiata per via dell’espulsione e poco dopo abbiamo subito il terzo goal. Siamo però soddisfatti della prestazione, abbiamo combattuto su ogni pallone e nelle nostre azioni si vedeva quella voglia di uscire da questo momento di crisi. Avevamo fame di goal, ma non siamo riusciti a vincere. Abbiamo creato molto, ma concretizzato poco. Siamo stati compatti e avevamo le giuste distanze tra i reparti. Purtroppo però,questo è un periodo in cui ci va tutto storto. Sono convinto che giocando sempre in questo modo, riusciremo ad alzare la china e uscire dalla zona playout. Domenica sarà decisiva, contro il Maruggio giocheremo assolutamente per la vittoria. Bisognerà svoltare immediatamente”.

FORMAZIONE: Tappero, Cecere, Cavaliere, Crescenzo (Cecere), Annese (De Blasio), Palmisano, Micele, Santoro, Pentassuglia, Corallo (Colucci), D’Amico. All. Scalone


Commenti