Categorie
Calcio

ASD Cisternino super, schiantato il Savelletri

3-1-IMG_5789

Dopo la tempesta, c’è sempre il sole. Questo raggio di luminosità in casa ASD Cisternino corrisponde alla vittoria nel derby, contro il Savelletri, conquistata domenica, su un campo difficile, quello del Mediterraneo, reso quasi impraticabile dalle avverse condizioni meteorologiche. E invece i giallorossi ce l’hanno fatta a dimenticare immediatamente il k.o pesante contro il Molfetta, e a tornare alla carica per le posizioni di testa, quelle valevole per i playoff.
Le liete notizie arrivano dalla lista dei convocati, con Scalone recupera diversi elementi, da Di Gennaro, schierato subito tra i pali, a Cavaliere, De Blasio, Micele, Renna e D’Amico, quest’ultimo in panchina. Il vantaggio arriva proprio dai piedi di De Blasio, indisponibile contro il Molfetta, che beffa con un velenoso sinistro, dalla bandierina del calcio d’angolo, il portiere ospite, sfruttando sia l’ingenuità dell’estremo difensore, sia le sue ottime doti balistiche, e mettendo la partita sul binario giusto. Ovviamente, il Savelletri non demorde e cerca, invano, di affacciarsi dalle parti di Di Gennaro, per ribaltare il punteggio, ma non ci riesce, perché le occasioni pericolose sono tutte ad appannaggio del Cisternino, che sfiora più volte il raddoppio con un pimpante Pentassuglia e con le sortite offensive di Masciulli.
Festa rinviata al secondo tempo, dove l’ASD mette una seria ipoteca sul risultato con il raddoppio di Renna e successivamente congela il risultato con il tris di Masciuli allo scadere.

Postpartita – E’ tornato alla grande, dopo l’indisponibilità nel match contro il Molfetta. Gianluca Renna ha impresso il proprio nome sul tabellino, siglando il 2-0 e rispendendo al mittente i tentativi di remuntada: “ Sapevamo che non sarebbe stata facile, visto il mercato fatto dal Savelletri, ma in campo abbiamo dimostrato di essere superiori, grazie soprattutto all’impegno profuso in allenamento durante tutta la settimana. Volevamo vincere il derby e ci siamo riusciti – ha detto il centrocampista giallorosso-. Motivazioni extra? Il derby è sempre il derby, ma il nostro obiettivo era rimediare la brutta sconfitta di domenica scorsa, arrivata però per vari fattori”.

Il centrocampo giallorosso è stato uno dei tasselli fondamentali nella rincorsa alle posizioni di testa, infatti da Pentassuglia a Renna, fino ad arrivare a tutti gli altri componenti di reparto, hanno trascinato la compagine di Scalone alla risalita in classifica ed ora hanno nel mirino il Bisceglie e l’Andria, entrambe quinte forze del torneo: “L’obiettivo è assolutamente uno, centrare i playoff, ma ci penseremo un po’ alla volta, perché per conquistarli bisognerà far bene ogni domenica. Credo che la squadra possa ambire a un traguardo del genere, soprattutto quando è al completo, e noi contro il Savelletri non lo eravamo, ma comunque abbiamo dimostrato di avere carattere e tenacia”.

Classifica e risultati– Resta in testa il Trinitapoli, che spazza via la resistenza del Martina con un 4-2 casalingo, rimanendo a più uno sul Molfetta, corsaro per 0-1 sul campo del Noicattaro.
Terzo posto per il Pezze, che batte 2-0 il Palagianello e scavalca simultaneamente Bisceglie e Andria, che non hanno disputato il loro incontro. Poi, tre squadre a 19 punti, dal Cisternino, al Noicattaro appunto, fino al Martina. In piena zona playout il quartetto composto dal Gioia, con 9 punti e vincitrice per 3-0 sul Conversano, ora penultimo e sotto il Savelletri. Chiude la classifica il Palagianello con 5 lunghezze.


Commenti