Categorie
Calcio

ASD Cisternino, Andrea D’Amico: “Da Acquaviva parte la nostra risalita”

andrea2

Da anni ormai è considerato uno dei giocatori più promettenti mai usciti dal vivaio giallorosso. Andrea D’Amico, classe ’93, quest’anno, complice qualche infortunio di troppo, non si è espresso ancora ad alti livelli. Adesso, parallelamente alla “resurrezione” della sua squadra, il bomber tascabile giallorosso proverà a dimostrare il proprio valore, magari già a partire dalla partita contro l’Acquaviva, protagonista indiscussa del girone B di Seconda Categoria, nonché capolista. Il giovane attaccante ci parla del suo momento e ci presenta la prossima sfida, decisiva, sicuramente, ai fini della classifica.

Andrea, cambio di allenatore e inizio abbastanza difficile. Cosa non andava fino a qualche settimana fa?
Eravamo un gruppo nuovo rispetto allo scorso anno. Non solo abbiamo cambiato allenatore, ma gran parte della rosa. andrea1In più abbiamo iniziato tardi la preparazione. Ci è voluto un po’ di tempo per trovare i giusti meccanismi.

Sei stato spesso nella lista degli indisponibili, complice un infortunio. Adesso però sei pronto a riprenderti il tuo posto da titolare, nella squadra che ti ha lanciato. Cosa vuol dire giocare per questi colori?
Un infortunio al ginocchio mi ha tenuto fuori per un po’ di tempo, però sto lavorando tanto per tornare al meglio. Giocare con i colori del proprio paese è fantastico, ogni domenica senti la responsabilità di dover dare il massimo per onorare i colori della tua città.

andrea2Finalmente una vittoria, dopo numerose sconfitte. E’ l’alba di un nuovo inizio? Quanto morale vi ha dato?
La vittoria di domenica è importante ma non deve essere fine a se stessa. Dobbiamo fare punti anche nelle prossime partita, altrimenti sarà stata quasi inutile. Naturalmente ogni vittoria permette di sollevare il morale.

Turno di riposo e scontro con la capolista. Come avete preparato la partita?
Domenica andremo ad Acquaviva per fare punti. Sono primi in classifica, ma se diamo il massimo possiamo fare risultato con chiunque. Adesso inizia un altro campionato. Sento che ci siamo sbloccati.

Cosa ti auspichi per il prosieguo della stagione?
La classifica ci impone di non fare altri passi falsi. Noi ce la metteremo tutta per poter uscire dalla bassa classifica e dare qualche soddisfazione anche alla società e ai tifosi.


Commenti