Categorie
Calcio

ASD Cisternino, 2-1 a San Vito, Chirico: “Serve più cattiveria”

Giuseppe Chirico con la maglia del Carovigno

Una sconfitta di misura per gli uomini di Alessandro Scalone nel match contro il San Vito valevole per il secondo turno di coppa Puglia.
Un 2-1, che in realtà lascia l’amaro in bocca, nonostante la squadra avversaria sia addirittura una categoria superiore.
I ragazzi cistranesi, passati in vantaggio nella prima frazione di gara, grazie alla rete di Conte, dopo assist da calcio d’angolo di Chirico, non riescono a incrementare il bottino nonostante la miriade di occasioni e finiscono con il capitolare nella seconda frazione di gara, dopo il pareggio dal dischetto dei padroni di casa, l’espulsione di Palmisano e il goal finale dei padroni di casi.

Falcidiata dalle assenze, l’ASD è riuscita a tenere testa all’avversario, con una squadra del tutto rimaneggiata e con qualche “big” assente per motivi lavorativi. Dopo un primo tempo di dominio, la miglior condizione fisica del San Vito è venuta fuori, anche per via dell’inferiorità numerica con cui ha dovuto giocare la squadra giallorossa.

Esordio dal primo minuto per Pugliese e Miccolis, prodotti del vivaio della squadra giallorossa, seppur emigrati per un breve periodo altrove. Turno di riposo invece per Dario Cecere, poi subentrato nella ripresa. Panchina per D’Amico e Giordano, entrambi non al meglio, ma con quest’ultimo subentrato a gara in corso per dar manforte alla retroguardia giallorossa.

Rammaricato per l’occasione persa, a parlare è stato Chirico, il centravanti della squadra giallorossa, in rete la scorsa domenica: “Il nostro primo tempo è stato ottimo: vari scambi e molte verticalizzazioni. La nostra difesa ha retto benissimo il confronto con il pacchetto offensivo del San Vito e addirittura meritavamo un vantaggio ancora più ampio all’intervallo – ha detto il cegliese, sempre titolare nello scacchiere tattico dell’ASD Cisternino -. Abbiamo peccato di cattiveria e forse questo è un nostro limite: non riusciamo a gestire il vantaggio e dilagare quando potremmo”

Il giovane giallorosso si è anche soffermato sulla prossima gara, sull’aria che si respira nello spogliatoio e sulla voglia immediata di riscatto di tutta la rosa: “L’inizio di campionato non è stato dei migliori, anche per via della nostra inesperienza. Io, ad esempio, non ho mai affrontato una stagione da protagonista, ma sono pronto a farmi in quattro per il bene della squadra. Vorrei spezzare una lancia a favore dei miei compagni di squadra e del mio tecnico. Siamo un gruppo solido, compatto e molto forte, a mio parere. Le colpe non sono del mister,  peraltro molto in gamba nel prepararci in un tempo brevissimo e nel trasmetterci la sua grinta e il suo entusiasmo. Il periodo negativo passerà e lotteremo per altri obiettivi”.

Formazione: Tappero, Cecere, Crescenzo, Cavaliere, Pentassuglia, Pereira, Pugliese, Palmisano, Miccolis, Conte, Chirico. All. Scalone

Il prossimo impegno è fissato per domenica, al Mediterraneo, contro l’Atletico Pezze, secondo in classifica. Seppur, dopo questa sconfitta, immeritata, secondo gli addetti ai lavori, sembra essere passato il peggio per la squadra cistranese.


Commenti